Area marina protetta

 

L’Area Marina Protetta delle Isole Pelagie viene istituita il 21 ottobre 2002 e comprende le isole di Lampedusa, Linosa e Lampione per un totale di 4.367,73 ettari.

 

L’arcipelago pelagico è caratterizzato da una grande varietà di ambienti marini e costieri grazie alla loro diversa costituzione geomorfologia. Lampedusa e Lampione isole calcaree e Linosa vulcanica, sviluppano habitat costieri e sottomarini completamente diversi, ricchi di fauna e flora.

 

Trovandosi in una posizione geografica strategica, è nodo cruciale di migrazioni importanti come quelle dei grossi mammiferi marini i Cetacei, e delle Tartarughe marine che trovano nelle spiagge di queste isole i siti ideali per l’ovodeposizione. Transitano o si soffermano nel mare attorno l’arcipelago diverse specie di squali di piccole e grandi dimensioni il Mako, lo squalo Topo, la Verdesca ma anche il Tonno e il Pesce Spada attraversano periodicamente queste acque.

 

Luogo di passaggio di specie marine di ogni tipo, meduse molluschi pesci e alghe, è qui che sono state per la prima volta segnalate la maggior parte delle specie provenienti dal Mar Rosso o dall’Atlantico.

 

L’ obiettivo prioritario dell’AMP è quello di tutelare e salvaguardare la flora, la fauna con particolare riguardo a rettili e mammiferi marini dell’Arcipelago delle Isole Pelagie.


area-marina1